0
Non hai alcun prodotto nel tuo carrello.
 Prodotti
Subtotale: 
 
Frutta d’estate: quanta e come mangiarla? Quella migliore secondo la Zona.

Caldo e voglia di frutta, quale scegliere e quanta, non è tutta uguale, per ottimizzare i benefici, anche per chi fa sport, frutta medio basso ig, frutta con potassio, frutta colorata per difendere pelle da ossidazione Ce ne parla Elena Casiraghi, esperta in nutrizione

 

L’estate è un tripudio di colori. Anche a tavola. I polifenoli colorano verdura e frutta di rossi brillanti, quasi smaltati, arancioni carichi di energia, viola intensi e gialli luminosissimi che irradiano le nostre giornate. Niente di più appagante per occhi e salute. La frutta, in particolare, è ricca in polifenoli, preziose sostanze che la colorano. Mi piace pensarli come i veri e propri coloranti dei vegetali. Perché così è.

Non è un caso che i frutti più ricchi sono proprio quelli che lasciano le macchie sui tessuti come fragole, ciliegie, frutti di bosco e uva nera ma anche pesche e albicocche. I polifenoli, oltre che il “colorante naturale”, sono il sistema immunitario dei vegetali: è grazie ad essi, infatti, che le piante e i loro frutti possono difendersi dagli stress ambientali, prima di tutti i raggi UV. La bella notizia è che una volta che li assumiamo, il nostro organismo ne fa tesoro potenziando ulteriormente il nostro sistema immunitario.

È così che la nostra pelle può difendersi dal sole ma anche dai batteri e virus che d’estate, per via del calore ambientale, proliferano sulla sabbia del mare e sulle rive dei laghetti alpini. Attenzione però: la frutta è anche ricca in zuccheri e, per questo, va privilegiata quella con un medio basso indice glicemico e, sempre abbinata, ad una fonte di proteine come la Zona insegna. Fragole, ciliegie, frutti di bosco, albicocche.

Tutti frutti con un medio basso, se non bassissimo, indice glicemico, ovvero che innalzano più lentamente la glicemia –concentrazione di zucchero nel sangue. Le albicocche, tra le altre cose, sono anche ricche in potassio, un minerale che nella stagione calda si rivela un vero e proprio alleato del nostro organismo e pressione sanguigna. Preferite i frutti interi rispetto a frullati, estratti e centrifugati in quanto così ne vengono preservate tutte le peculiarità e soprattutto si può godere anche della sazietà che possono offrire grazie alla loro ricchezza in acqua e alla presenza delle fibre.

I miei spuntini in Zona preferiti? 3 albicocche e un cubetto da 20 g di Parmigiano o 45 g di feta o di tofu. E ancora 80 g di ricotta vaccina con 5 fragole o, infine, 200 g di yogurt bianco fresco di montagna e 180 g di mirtilli. C’è sempre un gran gusto a stare in Zona!