0
Non hai alcun prodotto nel tuo carrello.
 Prodotti
Subtotale: 
 
Uno splendido progetto

Dopo le feste di fine anno, è il momento per rimettersi in forma e il miglior modo è quello di seguire un piano alimentare equilibrato, diffidando di diete drastiche poco salutari.

Per molti l’inizio dell’anno è il momento buono per cominciare a mettersi in forma non solo per riprendersi dai classici bagordi delle feste natalizie, ma proprio per intraprendere un progetto finalizzato a perdere i pochi o tanti chili di troppo che arrotondano la silhouette.

Alcuni hanno le idee chiare e saggiamente si affidano alla competenza di un esperto che li guida nella loro esperienza. Altri invece pensano di fare da soli dopo avere scelto la dieta che ritengono più appropriata, ma in questo caso è forse necessario fare alcune considerazioni per evitare conseguenze spiacevoli a breve e a lungo termine:

• diffidare dei risultati veloci che fanno scendere rapidamente di peso. Potrebbero infatti implicare la perdita non solo di grasso, ma anche di massa magra, di muscoli, di liquidi e di minerali che servono all’organismo per funzionare regolarmente. Del resto dimagrire non vuol dire scendere di peso, ma perdere unicamente il grasso in eccesso. Senza contare che spesso con questo tipo di diete perlopiù iperproteiche o chetogeniche, “si paga” anche la più piccola trasgressione e, una volta abbandonate, rischiano di far ingrassare ancora più di prima
• rendersi subito conto se si tratta di proposte platealmente dannose o addirittura ridicole: la totale esclusione di alcuni alimenti comuni, la monotematicità, l’uso di erbe, di farmaci o di cibi “miracolosi” non possono essere un valido e convincente presupposto per un progetto serio in cui l’organismo non deve patire, ma al contrario deve funzionare al meglio e deve essere messo nelle condizioni di mantenere i risultati raggiunti
• scegliere un piano nutrizionale mantenibile nel tempo, da seguire sicuramente con più scrupolo all’inizio quando c’è un obiettivo da raggiungere, per poi applicarlo in modo  blando per mantenere il risultato. Infatti bisogna rendersi conto che la tendenza a ingrassare, quando c’è, non si elimina con la dieta perché è parte integrante delle nostre caratteristiche. Ciò che serve quindi per evitare che il problema si ripresenti, non è una dieta drastica, privativa o assurda, ma un metodo alimentare valido che comprenda tutti gli alimenti e che si adatti a ciascuno di noi in base alle proprie necessità e peculiarità.

Io credo che la Zona sia un’ottima soluzione perché rispecchia sia tutte le tematiche del buon senso, sia gli studi scientifici più attuali. Non nasce come metodo dimagrante visto che il suo obiettivo è l’alimentazione antinfiammatoria, ma si è dimostrata molto efficace nella promozione del metabolismo dei grassi che, quando sono in eccesso, con la Zona vengono “consumati” in modo spontaneo, salutare e senza spiacevoli effetti collaterali.


Gigliola Braga