0
Non hai alcun prodotto nel tuo carrello.
 Prodotti
Subtotale: 
 
DANIEL FONTANA

Pubblicato

Sab 09 Febbraio, 2019

tags

no tags

Triathlon / Long distance (Ironman)

 

Nome: Daniel
Cognome: Fontana
Nato il: 31 dicembre 1975
A: General Roca (ARG)
Specialità: triathlon – long distance (Ironman)
Società: DDS triathlon team
Web: www.danielfontana.it

Daniel è nato a General Roca, il 31 dicembre 1975.  Naturalizzato italiano, dal 2005 gareggia per l’Italia.

Ha partecipato alle Olimpiadi di Atene nel 2004, dove ha ottenuto la ventottesima posizione con un tempo totale di 1:57:14.20.

Maglia azzurra anche alle Olimpiadi di Pechino nel 2008, con la trentatreesima posizione in 1:52:39.21.

Dopo la seconda partecipazione olimpica, Daniel ha optato per le distanze più lunghe del triathlon. Già provate in passato, ma mai preparate al meglio.

Il 2009 è l’anno dei Campionati mondiali di Ironman 70.3 a Clearwater (Florida – USA), dove ottiene l’argento dietro Michael Raelert (GER).

Nel 2010 arriva il momento dell’esordio nell’Ironman. E’ suo il bronzo nella prova Ironman South Africa e la qualifica è immediata alla finale mondiale. Al suo esordio a Kona – Ironman World Championship, è costretto al ritiro durante la frazione di corsa finale.

Nel 2011 ottiene il quarto posto sempre all’Ironman South Africa con il record italiano sulla distanza in 8h18’51″. Vince gli Ironman 70.3 di Pucon (Chile) e Pescara (storica prima edizione italiana) e si piazza secondo a quello di Cancun (Messico). Al mondiale di Kona-Hawaii ottiene il 12º posto assoluto con il tempo di 8h31’20″ (miglior prestazione italiana al mondiale di Kona).

Nel 2012 ottiene il secondo posto al Tristar Cannes 111. Vince la seconda edizione di Ironman 70.3 Italy (Pescara), è secondo all’Ironman Klagenfurt dietro a Faris Al Sultan (GER – campione del mondo 2005), sempre argento all’Ironman 70.3 di Salzburg (Austria) e Cozumel (Messico). E’ costretto al ritiro durante la frazione in bici al mondiale di Kona 2012 a causa di problemi fisici che già lo affliggevano in seguito alla gara di Cozumel disputata 3 settimane prima.

Il 2013 lo vede secondo alla prima edizione di Challenge Rimini, con un’appassionante gara chiusa in volata gli ultimi 200 metri con l’australiano due volte campione del mondo Ironman Chris “Macca” McCormack. La stagione si chiude con il “botto”, sigla la nuova miglior prestazione italiana su distanza Ironman, ottenuta con 8h05’48″ all’Ironman Florida di Panama City Beach.

Il 2014 è l’anno del posizionamento di un altro grande tassello importante per la carriera agonistica di Daniel. Il 30 marzo 2014 vince l’Ironman Los Cabos con il tempo di 8h26’15” divenendo il primo Italiano uomo a vincere una prova del circuito Ironman.

l 6 agosto del 2015 Daniel viene operato al Tendine d’Achille dall’equipe del Professor Benazzo di Pavia. L’intervento è molto delicato e molto lungo e la riabilitazione occupa Daniel e il team del Professore per oltre tre mesi quotidianamente.

Nel 2016 scrive una nuova pagina nella storia del triathlon italiano. Domenica 2 ottobre all’Ironman Taiwan conquista il secondo oro della sua carriera nel circuito mondiale. Ancora una volta è l’unico atleta italiano a riuscirci nella storia della disciplina e ancora una volta la finale Hawaiana 2017 lo aspetta.

Questo grande successo si replica ancora una volta a Ironman Taiwan 2018 con la terza vittoria nel circuito mondiale che arriva a quasi 43 anni e che gli regala il pass per il mondiale di Kona 2019, la sua sesta finale mondiale di carriera. Un nuovo record per un atleta che non smette di stupire.

Il 2019 è l'anno dell'avvicinamento alla finale mondiale delle Hawaii. La stagione inizia con l'argento al Chia Sardinia Triathlon alle spalle del più volte campione mondiale, Marino Vanhoenacker.