0
Non hai alcun prodotto nel tuo carrello.
 Prodotti
Subtotale: 
 
I benefici degli omega 3 per cuore, pressione e trigliceridi

Per comprendere perché gli omega 3 facciano bene a cuore, pressione e trigliceridi, partiamo dal sistema cardiovascolare, che fornisce ossigeno a tutti i tessuti.

5 STELLE IFOS

Che il cuore sia importante è fuori discussione. Con il suo battere ritmico incessante permette al sangue di circolare ovunque nell’organismo. Bene, per comprendere appieno perché gli omega 3 facciano bene al cuore, pressione e trigliceridi dobbiamo partire dal sistema cardiovascolare e dal motore che lo tiene attivo: il cuore, appunto.

 

Omega 3: quando (e quanto) fanno bene al cuore

Il battito cardiaco è garantito da due tipi di cellule: le pacemaker e le contrattili. Le cellule pacemaker costituiscono solo l’1% delle cellule miocardiche. Il loro compito è di dare il giusto segnale per la contrazione del miocardio. Le cellule contrattili, invece, contribuiscono alla forza di contrazione del cuore.

 

Omega 3 e sodio: una grande affinità

Il meccanismo di contrazione delle cellule del cuore dipende dal complesso delle interazioni che risulta dall’attivazione e inattivazione dei canali di membrana delle cellule del cuore, selettivi per gli ioni: sodio, potassio e calcio. E qui entrano in scena gli omega 3. La ragione? È presto detta. Gli acidi grassi polinsaturi omega 3 manifestano grande affinità con i canali del sodio e legandosi a essi, contribuiscono a regolare il meccanismo della contrazione cardiaca. Non solo, aiutano a regolare i livelli di calcio intracellulare. Da un punto di vista cardiovascolare, poi, svolgono un’azione di modulazione dei processi di vasocostrizione e di vasodilatazione che regolano la pressione sanguigna. Sono infatti implicati nella modulazione dell’equilibrio tra gli eicosanoidi vasocostrittori e quelli vasodilatatori.

 

Omega 3 e trigliceridi: un aiuto per mantenere i normali livelli

Gli omega 3 agiscono anche sulla sintesi e il rilascio di un gas, normalmente prodotto dal nostro organismo: l’ossido nitrico (NO), responsabile del movimento di espansione e rilassamento dei vasi sanguigni. Quando questa molecola viene sintetizzata il vaso sanguigno si allarga, permettendo una migliore circolazione nel sangue, contribuendo, così, ai normali valori di pressione sanguigna.

 

Gli omega 3, infine, favoriscono il mantenimento dei fisiologici livelli di trigliceridi nel sangue, regolando indirettamente l’ossidazione degli acidi grassi e, dall’altro lato, la loro sintesi.