0
Non hai alcun prodotto nel tuo carrello.
 Prodotti
Subtotale: 
 
Omega 3 e sistema immunitario: quale legame?

L’alimentazione e l’attività fisica giocano un ruolo strategico nel potenziare le nostre naturali difese. Questi due grandi strumenti sono in grado di ridurre l’intensità dell’infiammazione e innescare le capacità antinfiammatorie dell’organismo. 

Abbiamo questa potenza dentro di noi, anche se troppo spesso la trascuriamo. Infatti scelte nutrizionali svantaggiose riducono l’efficienza del sistema immunitario, nutrendo l’infiammazione e velocizzando l’invecchiamento, secondo un processo chiamato «immunosenescenza». Scopriamo di più.

Gli acidi grassi omega 3 allenano il sistema immunitario

Gli acidi grassi omega 3 hanno un impatto positivo sul sistema immunitario. Essi non agiscono direttamente potenziando la nostra difesa nei confronti dagli agenti patogeni quali virus e batteri ma partecipano al processo risolutivo. In pratica allenano le nostre cellule immunitarie a risolvere più rapidamente -ed efficacemente- la cascata infiammatoria che virus o batteri innescano quando entrano nel nostro organismo. Un processo fondamentale ad ogni età ma ancor più quando gli anni passano: è infatti soprattutto nell’età avanzata che il sistema immunitario viene messo in crisi.

Gli acidi grassi omega 3: i pompieri dell’infiammazione

Gli acidi grassi omega 3 parlano direttamente alle cellule immunitarie (anche a livello polmonare!) e per questo motivo si possono rivelare fondamentali. Il loro compito è attivare i processi di risoluzione. Ma attenzione, anti infiammazione e risoluzione non sono sinonimi. La risoluzione è un processo attivo e per essere innescato necessita di alti livelli di acidi grassi omega 3. Come ricorda il Dott. Barry Sears, Ph.D., Presidente dell’Inflammation Research Foundation, il fuoco dell’infiammazione non si spegne perché si esaurisce la legna (processo passivo), ma perché intervengono i pompieri, ovvero le risolvine (processo attivo).

I nemici del sistema immunitario e della risoluzione:

C’è un però. La potenza del processo risolutivo può esser messa in crisi oltre che da un basso apporto di acidi grassi omega 3 anche da un eccesso di grassi omega 6 che riduce l’assorbimento degli omega 3. Essi si possono trovare per esempio negli alimenti da forno già pronti oppure l’organismo li sintetizza quando si assumono importanti quantità di carboidrati ogni giorno. Per questo è ormai chiaro che i grassi possono essere alleati (o nemici) del nostro stato di forma. Essi si rivelano modulatori del benessere e quindi nutrienti importantissimi. Sta a noi ora scegliere quelli vantaggiosi.

 

Scopri EnerZona Omega 3 RX


Elena Casiraghi, Ph.D. - Equipe Enervit