0
Non hai alcun prodotto nel tuo carrello.
 Prodotti
Subtotale: 
 
Il paradigma perfetto

Uno stile di vita sano che comprenda in primo luogo un piano alimentare equilibrato con cibi salutari come frutta e verdura, poi il movimento sono la soluzione migliore per il benessere.

Tutti abbiamo a cuore la nostra salute per vivere bene e a lungo. Sotto questo aspetto è ormai noto il ruolo fondamentale di uno stile di vita sano in cui si fa attenzione all’alcol, al fumo, alle droghe, all’uso indiscriminato dei farmaci, al movimento e all’alimentazione che rappresentano fattori determinanti assieme all’aspetto genetico.

Nonostante le notizie sull’alimentazione siano ormai tantissime, si fa fatica a capire cosa ci faccia davvero bene e quali siano le scelte proprio giuste per noi, oberati come siamo da una valanga di informazioni per giunta spesso contraddittorie tra loro. C’è chi consiglia un dato alimento per garantirsi vitalità e longevità, chi ne raccomanda un altro per guarire o evitare determinate malattie e disturbi, chi propina consigli su diete dimagranti eccezionali capaci di risolvere in un baleno il sovrappeso, chi mette in guardia da certi alimenti consigliati invece da altri, ecc. ecc. L’elenco sarebbe lunghissimo, spesso alimentato più dalla fantasia che da reali riscontri scientifici inseriti nei giusti contesti.

In questo turbinio di notizie fantasmagoriche è facile perdersi rimettendoci perfino il buon senso di cui sono dotate moltissime persone. Come si fa a credere che basti mangiare il peperoncino per avere appiattita la pancia o che aggiungere un pizzico di curcuma ogni tanto garantisca la salute e la longevità cerebrale o ancora che la cipolla e il sedano siano brucia grassi naturali utili nel dimagrimento? E sì perché il più delle volte queste notizie si riferiscono ai temi più attuali che interessano la maggioranza delle persone: in questo periodo storico sono il sovrappeso, le infiammazioni acute o silenti che possono predisporre a varie patologie tra cui quelle cardiovascolari e i problemi cerebrali come l’Alzheimer che è in forte aumento. A parte le connessioni spudoratamente inventate, a volte queste sensazionali notizie si basano su studi scientifici effettivamente svolti ma talmente male interpretati da essere diffusi in modo superficiale, incompleto, infondato e persino falso: la curcuma fa benissimo al cervello, ma per esercitare la sua azione salutare deve essere usata in modo continuativo e in dosaggi adeguati. Non esistono sostanze brucia grassi o appiattisci pancia che da sole, come un’agognata pillola della felicità, possono risolvere una situazione metabolica complessa che va affrontata con serietà e competenza.

Che dire poi delle commistioni che si creano tra un argomento e l’altro creando paradigmi che in realtà confondono ulteriormente le idee. Capita per esempio ad alcune persone che vogliono dimagrire, ma che non ci riescono. Pensano di non avere successo perché si comportano male prendendo sempre l’aperitivo, frequentando i fast food, mangiando le cosiddette “schifezze” come le patatine, i salatini, le merendine, i croissant ed evitano accuratamente gli alimenti sani come le verdure e la frutta. Sicuramente queste abitudini non sono una buona idea e nel tempo possono danneggiare la salute, ma potrebbero non essere le vere responsabili del fallimento del loro progetto dimagrante. Il più delle volte capita infatti che, approfondendo la conoscenza della loro alimentazione quotidiana, si scopre che, assieme ai cibi non proprio salutari, queste persone mangiano una grande quantità di carboidrati con alimenti ritenuti innocui come il pane, la pasta, il riso e le fette biscottate che invece spesso si rivelano essere i veri responsabili del loro sovrappeso e del loro insuccesso. C’è sicuramente un legame tra gli alimenti, la salute e il peso forma che dipende dalle nostre scelte, ma non si deve dimenticare il ruolo fondamentale dell’insulina, l’ormone prodotto in seguito al consumo dei carboidrati: se è in eccesso fa ingrassare la maggior parte della popolazione e “accende” un’infiammazione che può minare la salute e la longevità anche delle persone magre.

Per essere in forma e cercare di vivere bene e a lungo, è questo il paradigma che dobbiamo tenere ben presente ai tempi nostri in cui c’è troppa familiarità con i carboidrati. Se poi aggiungiamo l’attenzione a consumare abitualmente gli alimenti più salutari come frutta, verdura e curcuma limitando al massimo quelli più scabrosi, raggiungiamo il paradigma perfetto convalidato dai più attuali e seri studi scientifici.

Gigliola Braga