0
Non hai alcun prodotto nel tuo carrello.
 Prodotti
Subtotale: 
 
L’A, B, C, D per l’estate

Sole, vacanze e abbronzatura, sono gli ingredienti dell’estate; una corretta alimentazione ricca di frutta e verdura aiuta a fornire all’organismo vitamine e cibi salutari.

I cibi da privilegiare nei mesi estivi sono frutta e verdura di stagione: pomodori, rucola, peperoni, albicocche, melone, verdure a foglia verde. E poi pesce: tutti i prodotti ittici forniscono proteine magre e acidi grassi polinsaturi, gli omega-3. Un insieme di sostanze nutritive che aiutano ad abbronzarsi in maniera salutare. Una specie di vocabolario a base di vitamine per non incorrere in spiacevoli disturbi dovuti a un’eccessiva esposizione al sole.

La provitamina A o betacarotene, concentrata in carote, albicocche e melone, mantiene la funzionalità dei tessuti, ripara le cellule danneggiate dagli Uv e favorisce un'abbronzatura omogenea.

La vitamina C, presente nella frutta fresca, negli ortaggi come i pomodori e i peperoni, nel succo di limone, partecipa alla sintesi del collagene mantenendo tono e compattezza della cute.

La vitamina D, unica ad essere sintetizzata dal nostro corpo sotto lo stimolo della luce del sole sulla pelle, si trova nel pesce, specialmente quello azzurro, nelle uova, nel burro ed è fondamentale per il benessere delle ossa, dei sistemi nervoso, cardiovascolare e immunitario. 

La vitamina E, che si trova in buone percentuali nell'avocado e nel germe del grano, combatte i radicali liberi prodotti in condizioni di estrema luce e calore. 

Gli acidi grassi omega-3 contenuti nel pesce, hanno un’azione antiossidante e aiutano a mantenere l'elasticità delle membrane cellulari. Il pesce, inoltre, fornisce iodio che giova alla pelle perché contribuisce per via indiretta alla conversione del carotene in vitamina A.

Una corretta alimentazione per proteggere la pelle dai raggi ultravioletti del sole non basta, è sempre raccomandabile, soprattutto per chi è di carnagione chiara, non esporsi ai raggi del sole nelle ore più calde e preferire le prime ore del mattino e quelle del tardo pomeriggio.

A cura dell’Equipe Enervit