0
Non hai alcun prodotto nel tuo carrello.
 Prodotti
Subtotale: 
 
I blocchi in zona
I BLOCCHI IN ZONA

Il blocco è uno strumento didattico utile per la corretta associazione dei cibi, sia come qualità, sia come quantità. Si compone di tre parti diverse: carboidrati, proteine e grassi. Ognuna di queste parti rappresenta 1 miniblocco.

 

 

1 blocco è costituito da 3 miniblocchi:

  • 1 miniblocco di carboidrati
  • 1 miniblocco di proteine
  • 1 miniblocco di grassi

 

Come si fa per comporre uno spuntino da 1 blocco?

E' necessario sapere a quanto cibo corrisponde 1 miniblocco. Questa indicazione si trova sulle tabelle degli alimenti che riportano un elenco di alimenti suddivisi in: carboidrati, proteine e grassi.

Si sceglie un alimento per ciascun macronutriente e si utilizza il quantitativo indicato in Tabella, che corrisponde a 1 miniblocco. In questo modo si ottiene uno spuntino da 1 blocco.

1 blocco = 1 miniblocco di carboidrati + 1 miniblocco di proteine + 1 miniblocco di grassi

Come si fa per comporre un pasto?

Un pasto è composto da più blocchi: possono essere da un minimo di 3 blocchi per una donna a un massimo di 5 blocchi per un uomo, fino a 6 blocchi per un atleta.

Un pasto da 3 blocchi, per esempio, è composto da:

  • 3 miniblocchi di carboidrati
  • 3 miniblocchi di proteine
  • 3 miniblocchi di grassi

Per la composizione di 1 blocco, si possono utilizzare le Tabelle degli alimenti attribuendo a ogni miniblocco il relativo quantitativo.

Miniblocchi di grassi. Si può leggermente abbondare con l'olio extra vergine di oliva perché non è necessario attenersi scrupolosamente alla quota deducibile dalle Tabelle. A scopo didattico nell’esempio potete vedere le quantità:

  • 1 cucchiaio da tavola o da minestra di olio extra vergine di oliva per i pasti da 3 e 4 blocchi
  • 1 cucchiaio abbondante di olio extra vergine di oliva per i pasti da 5 blocchi
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva per 6 blocchi costituiscono il quantitativo totale per un pasto

Come stabilire il proprio quantitativo giornaliero?

Il numero ottimale di blocchi giornalieri viene stabilito secondo la propria corporatura e il tipo di attività fisica e lavorativa che si svolge. La “corporatura” è costituita dalla “massa magra”, vale a dire che dal peso corporeo totale va sottratto il peso del grasso presente. Ecco qualche sommaria indicazione dei blocchi giornalieri e della loro suddivisione nell’arco della giornata, per un uomo e per una donna:

  • 11 blocchi, per una donna sedentaria: 2 blocchi nella prima colazione, 3 a pranzo, 4 a cena, più due spuntini da un blocco l'uno;
  • 12 blocchi per una donna mediamente attiva: 2 blocchi nella prima colazione, 4 a pranzo, 4 a cena, più due spuntini da un blocco l'uno;
  • 13 blocchi, per un uomo sedentario: 3 blocchi nella prima colazione, 4 a pranzo e altrettanti a cena, più due spuntini da un blocco;
  • 16 blocchi per un uomo attivo: 3 blocchi nella prima colazione, 5 a pranzo e 4 a cena, uno spuntino da un blocco a metà mattina, uno spuntino da due blocchi a metà pomeriggio e uno spuntino da un blocco dopo cena.